7 febbraio 2017: prima giornata nazionale contro il bullismo

Il 7 febbraio 2017, nell'ambito della prima giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola denominata “"Il Nodo Blu - Le scuole unite contro il bullismo"”, ho affrontato una interessante  conversazione con gli alunni di classe quarta B della scuola "Marco Polo".

Innanzitutto si è spiegato ai bambini che era un giorno speciale: la prima Giornata Nazionale contro il Bullismo. Poi si è riflettuto con i bambini su chi sono i bulli (i bambini sono intervenuti con le loro idee),

 

 

poi si è letto un brano dal libro" “La bambina bella, il bambino bullo e altri bambini e bambine"” di Vivian Lamarque:

“Si sa: il bambino bullo non è la forma maschile della bambina bella. Il bambino bullo è un bambino, scusate, un po’ cretino. Poveraccio, è anche da compatire, chissà chi gli ha messo in testa che lui è chissà chi. (…) Provate a contarvi, bambini che state leggendo: in classe quanti non-bulli siete? Quindici? Venti? Unitevi stretti stretti, lui è uno solo. e sommato ai suoi pochi amici a quanto arriva? A cinque? A sei?”

Questa lettura è piaciuta moltissimo e ad essa è seguita una riflessione su quali sono gli atteggiamenti e i comportamenti descritti nella lettura  che ci fanno capire di avere davanti un bullo.

La visione del cortometraggio "Carta, forbice, sasso" ha facilitato la comprensione del comportamento del bullo e l' importanza dell' unione per vincere sempre.

 

 

link cortometraggio

 

 

 

  

 

                                                                                                                                        

 

Banner
Banner
Banner
Banner