Mai più guerre...viva la libertà!

In occasione dell'anniversario della liberazione d'Italia dall'occupazione nazifascista gli alunni, i genitori e le insegnanti della scuola primaria di S. Anna in collaborazione con l'amministrazione comunale, il gruppo alpini e tutte le associazioni dei reduci e dei combattenti di Rosà, si sono dati appuntamento presso il monumento ai caduti nella frazione di S. Anna per non dimenticare quanto accaduto il 25 aprile 1945.

 

Dopo la deposizione della corona d'alloro presso il monumento ai caduti i bambini hanno intonato l'inno di Mameli e il vice sindaco ha tenuto un breve discorso e dato l'attuale periodo storico le sue parole suonano molto forti: "La libertà non deve mai essere data per scontata! Libertà e democrazia vanno vissute con fierezza".

Gianni Bizzotto, del gruppo alpini di S. Anna, ha raccontato ai bambini e ai presenti la storia di sua nonna, una nonna come tante altre ma che durante la guerra ha perso un figlio in Russia. Ha raccontato la sua speranza di rivederlo, speranza vana dato che il suo nome è comparso tra un gruppo di prigionieri catturati e giustiziati in Russia. Ha concluso l'intervento dicendo ai ragazzi che nelle pagine non ancora scritte della loro vita devono imprimere i valori della libertà, dell'uguaglianza e della fratellanza: in una parola PACE.

A concludere l'evento il capogruppo degli alpini di Rosà Mario Baggio recitando la preghiera per la pace di Giovanni Paolo II.


25 aprile 1945 - 25 aprile 2017

Per non dimenticare