SOCIAL DAY:13-14 APRILE

"Ma ci pagano? Quante ore perdiamo?"
Me lo sento chiedere ogni anno quando tento di spiegare cos'è il Social Day ai miei alunni delle classi seconde.
"Non proprio, in realtà diventiamo volontari per un giorno...."
Niente di strano, si tratta di educare ad una nuova prospettiva, una visione della vita dove il centro non sono solo io, i miei bisogni, il mio vantaggio immediato.
Ci "sporchiamo le mani" impegnandoci in qualche attività sul nostro territorio e con il compenso ricevuto contribuiamo al finanziamento di alcune iniziative di autosviluppo dirette ai paesi più svantaggiati della Terra.

socialday18 P 20180414 105931

Concretamente si tratta di ripulire, sistemare o abbellire spazi comuni, collaborare con le iniziative di enti e associazioni locali, quest'anno gli Alpini, gli Amici del Villaggio, la Consulta per l'ambiente, il Quartier Seminarietto, l'Istituto Palazzolo.
Agendo localmente, facciamo la nostra parte per assicurare i diritti irrinunciabili della persona là dove vengono negati, specie riguardo al mondo dell'infanzia.
E così usciamo dalle mura delle nostre aule, per mettere in campo quelle competenze civili e sociali che ci sono richieste dalla vita, prima ancora che dalle normative europee.

socialday18 P 20180414 110205
Per qualche ora ci affianchiamo al lavoro generoso, per lo più nascosto o scontato ma preziosissimo, di tanti volontari che nel nostro territorio ci assicurano opportunità e spazi per crescere e vivere meglio.
Solo così possiamo insegnare ai nostri ragazzi cosa significhi condividere un po' del proprio tempo e di quell'amore per la vita che ci mette a servizio del bene comune.

socialday18 P 20180414 101805
E questo alla fine i ragazzi lo capiscono, non quando glielo spiego in classe, ma quando percepiscono la passione degli adulti che li affiancano nelle attività, sperimentano la soddisfazione di sentirsi utili e si divertono nel lavoro di squadra.
E per tornare alle domande iniziali?
Ebbene si! Veniamo sempre ripagati, non necessariamente in euro, e non perdiamo mai niente, quando decidiamo di metterci in gioco per costruire la nostra "casa comune".

socialday18 P 20180414 102031